Jorge Lorenzo: “Non riuscivo a respirare con il casco”

Il pilota spagnolo racconta il tuffo nel lago per emulare Valentino Rossi.

Jorge Lorenzo, durante la trasmissione ‘La Noche D’, ha narrato un episodio accaduto a Jerez nel 2011 e che poteva trasformarsi in un incidente.

“Quella delle celebrazioni delle vittorie è stata un’attività di fine gara che ha cominciato Valentino Rossi. Quindi l’ho fatto anche io.

A Le Mans ho vinto e festeggiato con una scatola gigante di popcorn, come se fossi al cinema. A Jerez volevo superarmi e organizzare un qualcosa di più divertente e che colpisse. Facendo un giro di pista con lo scooter ho visto il laghetto, mi sono illuminato e ho pensato che se avessi vinto mi sarei buttato dentro” ha dichiarato il pilota spagnolo.

Lorenzo ha poi continuato spiegando l’evoluzione dei fatti: “La gara è iniziata male, ma ero molto motivato: alla fine ho superato Rossi e Pedrosa e ho vinto.

Vincere a Jerez è sempre bellissimo e ho mantenuto la mia promessa. Sono sceso dalla moto e i commentatori mi hanno visto correre, ma non sapevano dove stessi andando. Mi sono buttato nel lago, ma non avevo calcolato due cose: non c’era una scala per risalire e il casco e la tuta pesano tre volte nell’acqua. Inoltre non riuscivo a respirare con il casco e il mio viso stava iniziando a diventare bordeaux”.

Un festeggiamento che poteva costare molto caro all’ex campione del mondo, successivamente portato fuori dal laghetto: “Ci ha pensato un ragazzo, che indossava una maglietta della Honda Repsol, tra l’altro, a saltare dentro e a tirarmi fuori, credeva che stessi per annegare”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sofia Goggia e il segreto del talento

Moggi: “Scudetto? Per ora dico Napoli”

Leggi anche
Contents.media