Chi è Giovanni Malagò: storia e carriera del presidente del CONI

La storia e la carriera imprenditoriale e sportiva di Giovanni Malagò, ecco chi è l'attuale presidente del CONI.

Giovanni Malagò è il presidente del CONI, il numero uno dello sport italiano. Nel corso della sua vita è stato sia un atleta che un imprenditore, arrivando a coprire nel corso degli anni diverse cariche importanti. Ma chi è l’attuale presidente del CONI?

Chi è Giovanni Malagò

Malagò è nato a Roma il 13 marzo 1959. Suo padre, che per anni ha ricoperto la carica di vice presidente della Roma, ha avvicinato il figlio al mondo dello sport. Il futuro presidente ha frequentato il liceo scientifico, diplomandosi con una valutazione di 60/60 e si laureato in Economia e commercio con 110 e lode.

Esperienze nel calcio a 5

Fin da giovane, ha praticato con entusiasmo il calcio a 5.

Nel corso della sua carriera da calciatore, ha vinto tre scudetti con la Roma RCB e quattro Coppe Italia. Nel 1982, in Brasile ha partecipato alla prima competizione mondiale di Calcio a 5.

La vita imprenditoriale

Malagò ha iniziato la sua attività imprenditoriale nel settore della vendita di automobili. In quel periodo nasce il suo rapporto con la famiglia Agnelli e con Luca Cordero di Montezemolo. Dal 2002 al 2008, l’imprenditore romano diventa il consigliere della Air One e un membro del Cda della Banca Roma-Unicredit.

Per alcuni anni, è stato anche un dirigente sportivo, presidente del circolo Canottieri Aniene nel 1997 e della Virtus Roma dal 2000 al 2001. Dal 2001 al 2003 è membro della Giunta Esecutiva del CONI e coordinatore del comitato “Sport per Tutti” promosso dal CIO e dal CONI.

Presidente del CONI

Nel 2013, Malagò è eletto per la prima volta presidente del CONI, battendo il candidato rivale Raffaele Pagnozzi. Quattro anni dopo, si riconferma alla guida del più importante organo sportivo italiano, superando lo sfidante Sergio Grifoni. A seguito della crisi degli organi di vertice del calcio italiano, l’imprenditore romano è chiamato a risolvere la situazione. Nomina il segretario generale Roberto Fabbricini nuovo commissario generale della FIGC, che a sua volta ricambia il favore a Malagò, facendolo diventare il commissario generale della Lega di Serie A. Il presidente del CONI lascia l’incarico il 28 maggio dello stesso anno, dopo l’elezione della nuova governance. il 13 maggio 2021 è riconfermato presidente del CONI per un terzo mandato.

Problemi giudiziari

Secondo un’inchiesta di Panorama, Malagò avrebbe investito e ucciso due ragazzi negli anni 80 mentre era alla guida della sua auto. Negli anni ’90, ha rischiato un anno di carcere per aver falsificato degli esami universitari. Nel 2000 la Sapienza ha annullato la sua laurea, che Malagò ha conseguito all’età di 46 anni dopo aver sostenuto gli esami mancanti. Nel 2018, è inserito nel registro degli indagati con l’accusa di corruzione riguardo la vicenda della costruzione dello stadio della Roma a Tor di Valle.

Leggi anche: Chi è Aleksander Ceferin: tutto sul Presidente dell’Uefa

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La classifica delle dieci squadre favorite per la vittoria di Euro 2021

F1, Ricciardo: “Hamilton ha zittito tutti”

Leggi anche
Contents.media