Chi è Kwadwo Asamoah: una carriera tra vittorie e infortuni

Chi è Kwadwo Asamoah: l'ex Udinese diventato campione con la Juventus ha avuto una carriera costellata di infortuni, la firma a Cagliari vuol dire rinascita.

Kwadwo Asamoah torna in campo e lo fa a Cagliari: chi è Asamoah, uno degli uomini fondamentali della ex Juventus di Antonio Conte.

Chi è Kwadwo Asamoah

Nasce ad Accra, in Ghana, nel 1988 e si appassiona fin da subito al calcio.

La società calcistica della capitale ghanese, il Liberty Professionals FC lo acquista nel 2006 dal Kaaseman, un piccolo club nella periferia di Accra. Nel 2008, mentre disputava la Coppa d’Africa, il Bellinzona (club di seconda divisione svizzera) si assicura le sue prestazioni nella finestra di calciomercato invernale. Tuttavia, la legislazione elvetica sui lavoratori extra-europei non gli consente di ottenere il permesso di soggiorno-lavoro. Quindi, il club svizzero lo cede in prestito al Torino, con diritto di riscatto fissato a 3 milioni di euro.

Esordisce con i granata nel campionato primavera ma non in Serie A e, nell’estate del 2008, viene girato in prestito all’Udinese.

Il club friulano riscatta il cartellino del ghanese per 1 milione di euro e “arruola” il centrocampista di Accra. Esordisce in Serie A entrando a 20 minuti dal termine nel match pareggiato 1-1 contro la Sampdoria. La domenica successiva scende in campo dal primo minuto contro il Cagliari, diventando titolare inamovibile del centrocampo a tre dei bianconeri.

All’Udinese rimane fino al termine della stagione 2011-2012, totalizzando 114 presenze e 8 reti.

La consacrazione e gli infortuni

Nell’estate del 2012, Asamoah passa dal bianconero friulano al bianconero piemontese. La Juventus, infatti, si assicura il cartellino del ghanese per 9 milioni di euro. Debutta con un gol nel match di Supercoppa Italiana contro il Napoli. A Torino si consacra come giocatore valido in entrambe le fasi di gioco, trovando la sua dimensione come esterno del centrocampo a cinque di Antonio Conte. Tra le fila della Juventus, vince il suo primo campionato italiano al termine della stagione del debutto.

kwadwo asamoah juve

Dopo aver vinto anche il campionato 2013-2014, sulla panchina della Juventus arriva Massimiliano Allegri. Il nuovo allenatore descrive Asamoah “uno di quei cavalli che stanno fermi a lungo, e appena hanno occasione, ripartono a mille”. L’ormai esterno ghanese, infatti, comincia la stagione 2014-2015 da esterno sinistro titolare. Purtroppo però, a causa di un grave infortunio rimediato in Champions League, Asamoah si vede costretto a rimanere out per più di 7 mesi. Torna in campo a maggio 2015, appena in tempo per vincere il terzo campionato e giocarsi la finale di Campions persa contro il Barcellona. I problemi fisici lo tormentano per tutta la durata della stagione successiva, con Asamoah che riesce a rientrare a disposizione solo per il finale di stagione, vincendo per il quarto anno di seguito il campionato italiano. La stagione 2016-2017, fortunatamente, non è macchiata dagli infortuni, e Asamoah è il terzino sinistro di riserva ad Alex Sandro. Vince il suo sesto campionato e raggiunge la seconda finale di Champions League (poi persa contro il Real Madrid).

Nel corso della stagione 2017-2018, l’esterno ghanese decide di non rinnovare il contratto in scadenza con la Juventus, svincolandosi così il 1º luglio 2018. Chiude la sua avventura in bianconero vincendo 6 volte il Campionati Italiano, 4 volte la Coppa Italia e 3 volte la Supercoppa. Inoltre, colleziona 116 presenze e 4 gol.

Il passaggio all’Inter e la firma a Cagliari

Durante l’estate firma con l’Inter a parametro zero. Sotto la guida di Luciano Spalletti, esordisce con i neroazzurri sia in campionato che in Champions League. L’anno successivo ritrova in panchina Antonio Conte. Nonostante l’ottimo rapporto con il tecnico, il ghanese vede diminuire sostanzialmente il suo utilizzo a causa del riacutizzarsi dei problemi fisici. Spesso ai box e, purtroppo, in fase di declino, rimane fuori dal progetto e risolve il suo contratto con l’Inter nell’ottobre 2020, chiudendo la sua avventura in neroazzurro con 40 presenze e nessuna rete. Il 3 febbraio 2021, dopo aver trascorso 4 mesi fermo, il Cagliari lo mette sotto contratto.

kwadwo asamoah cagliari

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il patrimonio di Massimo Ferrero: tra sport e cinema

Chi è Jannik Sinner: la carriera del giovane tennista

Leggi anche
Contents.media