Immobile-Lewandowski a confronto: dal Borussia alla Scarpa d’Oro

Immobile e Lewandowski: dopo la sfida a suon di gol per la Scarpa d'Oro 2020, sono i protagonisti del big match tra Lazio e Bayern Monaco.

La supersfida di Champions League tra Lazio e Bayern Monaco mette a confronto Immobile e Lewandowski, i bomber delle squadre. Pur non essendo mai stati compagni di squadra, questi due attaccanti hanno avuto modo di duellare a distanza in un paio di occasioni.

Immobile-Lewandowski a confronto: la sfida dei bomber

Nel 2014 Lewandowski lasciò il Borussia Dortmund di Klopp per accasarsi al Bayern Monaco. Al club giallonero arrivò il giovane attaccante Ciro Immobile che si presentò così:

Io sono il presente, lui è il passato questo è certo. Poi. il tempo dirà se ho segnato più io o più lui.

Un’eredità pesante che l’attuale capitano della Lazio non riuscì a gestire al meglio, tanto che la sua esperienza in Germania durò soltanto una stagione e con sole tre reti. Poi il trasferimento al Siviglia, prima di ritornare in Italia tra Torino e Lazio. Nonostante ciò il polacco è sempre stato un modello per Ciro:

Benzema, Suarez, grandi attaccanti ma potessi votare per il Pallone d’Oro voterei Lewandowski che è sempre stato un modello per me.

I due, oltre a essere stati rivali nelle partite con le Nazionali, hanno nella stagione 2019-2020 condiviso la corsa alla Scarpa d’Oro. Questo trofeo viene assegnato ogni anno al calciatore che ha segnato più reti e cha ottenuto il miglior punteggio ottenuto moltiplicando il numero di reti messe a segno in partite di campionato per il coefficiente di difficoltà del campionato stesso. Il bomber della Lazio ha trionfato grazie alle 36 reti in 37 presenze in Serie A. Il polacco invece ha potuto “consolarsi” con i sei trofei (sui sei disponibili) vinti con il suo Bayern Monaco.

Ora a cavallo tra febbraio e marzo 2021 un nuovo capitolo di questo scontro nelle partite valide per gli ottavi di Champions League. Una sfida all’insegna del rispetto e della stima reciproca, che Immobile ha voluto presentare così nella consueta conferenza del giorno prima:

La cosa che mi piace di più di Robert Lewandowski è senza dubbio che non è mai soddisfatto: ogni volta cerca di migliorare e di superare i suoi limiti, anche se è già un giocatore eccezionale. Per quanto mi riguarda è il classico attaccante completo e attualmente penso sia senza dubbio il centravanti più forte del mondo.

LEGGI ANCHE: Lewandowski-Immobile, Klose elegge il migliore

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Addio a Fausto Gresini: l’uomo che pianse anche Kato e Simoncelli

Napoli, le condizioni di Osimhen dopo lo spavento

Leggi anche
Contents.media