Addio a Fausto Gresini: l’uomo che pianse anche Kato e Simoncelli

Si è spento all'età di 60 anni Fausto Gresini: l'ex pilota e manager è morto a causa delle complicazioni dovute al Covid-19.

Fausto Gresini si è spento a 60 anni per le complicazioni dovute al Covid-19, l’ex pilota e manager raggiunge i suoi ex piloti Kato e Simoncelli, scomparsi in pista negli anni passati.

Fausto Gresini, il pilota che pianse Kato e Simoncelli

Fausto Gresini, manager della Gresini Racing, era ricoverato in ospedale da più di due mesi e stava lottando contro il coronavirus. La notizia della morte è arrivata dai profili social del team Gresini Racing, dopo che lunedì i familiari avevano smentito la notizia lanciata da alcuni giornali.

Fausto aveva lasciato la pista nel 1994 dopo aver vinto per due volte i motomondiale 125. Non aveva abbandonato però il mondo delle moto, spostandosi dal tracciato al paddock nel 1997 con l’inaugurazione del Team Gresini Racing.

Tanti i nomi noti che sono passati nella scuderia di Fausto. Alcuni li ricordiamo per i successi, come Loris Capirossi e Sete Gibernau, altri sono accompagnati da un’emozione di tristezza, come Daijiro Kato e Marco Simoncelli.

Kato e Simoncelli, le scommesse di Fausto Gresini

Daijiro Kato, pilota classe 1976, entrò a far parte del Team Gresini perché fortemente voluto proprio da Fausto. L’ex pilota giapponese, dopo aver vinto nel 2001 il motomondiale 250 è passato nella MotoGP.

La sua carriera, però, si chiuse anzitempo a causa di un fatale incidente sul tracciato di Suzuka nel 2003, la prima gara dell’anno. Kato perse il controllo della moto nell’ultima variante del circuito, sbattendo violentemente la testa sull’asfalto. Dopo due settimane di coma il nipponico si spense, causando un forte dolore nel cuore di Gresini, il quale era molto affezionato al ragazzo.

Nel 2011, il dolore per la perdita di quello che era un vero e proprio “figlioccio” si rinnova nel cuore di Fausto Gresini. Il team principale romagnolo aveva infatti ingaggiato Marco Simoncelli, già campione in categoria 250. Sul circuito di Sepang, il Sic perse il controllo della Honda Gresini scivolando verso il centro della pista e venendo investito da altri due piloti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Giovanni Esposito: medaglia d’argento a Tel Aviv

Immobile-Lewandowski a confronto: dal Borussia alla Scarpa d’Oro

Leggi anche
Contents.media