Il patrimonio di Alex Del Piero: tutti i guadagni di Pinturicchio

Grazie a campionati italiani ed esteri, nazionale e sponsor è stato tra i calciatori più pagati di sempre. Il patrimonio di Alessandro Del Piero, tra ingaggi e post-carriera.

Tra gli sportivi più pagati di sempre, l’ex numero 10 e capitano della Juve si è dimostrato anche fuori dal campo un player “vecchia maniera”. Saldo nei propri principi e dotato di senso della misura, ha messo a segno più di qualche sogno grazie agli introiti da calciatore.

A quanto ammonta il patrimonio di Alex Del Piero?

Il patrimonio di Alex Del Piero

Nelle diciannove stagioni vissute con la maglia bianconera, Alessandro Del Piero ha vinto tutto: 6 Scudetti, 1 Coppa dei Campioni, 1 Coppa Intercontinentale, 1 Coppa Italia e 1 Supercoppa Europea, realizzando in totale 290 reti in 705 partite. Fin dal suo arrivo a Torino, l’attaccante si è ritagliato un ruolo da protagonista riuscendo a suon di gol, e di grandi prestazioni, a strappare nel 1999 un quinquennale da 9 miliardi a salire delle vecchie lire all’anno.

Prima di allora lo stipendio era di 3,5 miliardi.

Nel 2000 Alessandro Del Piero è il quarto calciatore più pagato al mondo con un totale di 14,85 miliardi l’anno. 10 miliardi di stipendio dalla Juventus, 450 milioni di premi e 4,4 miliardi dai vari sponsor. Oltre agli inevitabili marchi sportivi, ADP10 è impresso nella memoria collettiva per essere stato testimonial in spot come quelli di Uliveto e Rocchetta o di CEPU.

Con i rinnovi successivi lo stipendio del fantasista alla Juventus è andato ridimensionandosi: nel 2008 guadagnava 4,8 milioni, nel 2010 4 milioni mentre nel suo ultimo anno in bianconero la paga è stata di 1 milione.

LEGGI ANCHE: Il patrimonio di Valentino Rossi: quanto guadagna VR46?

del piero 2

Quanto ha guadagnato in Australia?

Nel 2013 si classificava al 28esimo posto nella classifica dei calciatori più pagati al mondo, seguito al 31esimo dal Capitano giallorosso Francesco Totti. Considerando l’iper-competitività del mondo calcistico e l’incombente soglia dei quarant’anni, tale risultato appare se non straordinario, quantomeno notevole. Ma ADP ha dato prova, oltre di meritare la benevolenza dei maggiori club mondiali, di essere un intelligente investitore.

Per l’avventura australiana (un contratto biennale da 2 milioni di dollari a stagione) si affida al manager Davide Tosetti, che opera una vera e propria strategia di marketing per «far crescere enormemente l’attenzione verso il calcio anche grazie alle massicce comunità italiane, inglesi e dell’Est Europa che risiedono in Australia. A Sidney hanno anche creato un panino a lui dedicato, e sono solo alcuni esempi di quanto fosse amato. In Australia, ma in generale in molti Paesi asiatici i campioni italiani del calcio anni Novanta sono icone assolute».

La famiglia di Del Piero (il fratello di Alex, Stefano, è il suo più fidato collaboratore) e lo stesso Alessandro preferiscono una politica cauta e non aggressiva sui loro investimenti. Così afferma in un’intervista dello stesso 2013 ADP10:

Noi veniamo da una famiglia che non aveva delle grandi possibilità e che ci ha insegnato il risparmio. E risparmiare è fatica. Quindi è un peccato buttarli via. Non siamo gente spregiudicata. Meglio accontentarsi di poco. Le fluttuazioni sono sempre pericolose.

linguaccia del piero

Una policy di risparmio e investimento che rendono il campione un esponente delle vecchie buone maniere, senza manierismo e ostentazione. «Del Piero», afferma il manager Tosetti, «delega ma controlla tutti i suoi investimenti. È una persona che non segue certo lo stereotipo del calciatore viziato e poco sobrio nello stile. Il suo modus operandi negli investimenti è conservativo. Investe per proteggersi dall’inflazione».

Gli investimenti nel mondo immobiliare

Per questo il Pinturicchio ha ammesso di prediligere decisamente di più il mondo immobiliare a quello finanziario. «È più sostanzioso e mi dà un’idea di sicurezza». Il 40% del suo patrimonio è infatti investito nel real estate, ma al cuor non si comanda e ADP10 ha ammesso che c’è un solo investimento che ha voluto lui stesso con tutto il cuore: le azioni della Juventus.

Nel 2001 ho scelto di avere delle azioni Juventus perché la ritenevo una cosa bella e le ho mantenute pur sapendo che all’epoca la quotazione sul mercato di una squadra di calcio era una cosa nuova

Al momento Alessandro Del Piero è uno dei commentatori di Sky, ma l’ex numero 10 trascorre molto del suo tempo anche a Los Angeles dove ha comprato di recente una mega villa dal valore secondo il Sun di 5,5 milioni di euro. Sempre a Los Angeles Del Piero è il co-proprietario de LA 10 FC, un club calcistico che attualmente milita nella United Premier Soccer League. Non solo calcio e investimenti, bensì pure uno sguardo al sociale caratterizzano il Pinturicchio. Il suo ristorante N.10 di Los Angeles, durante i mesi più duri della pandemia, ha distribuito cibo gratis ai più bisognosi della città.

LEGGI ANCHE: Chi è Paulo Dybala, il gioiello argentino tra i protagonisti della Serie A

del piero

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, George Russell non serba nessun rancore

Perché è nata la Superlega Europea: i motivi della realizzazione

Leggi anche
Contents.media