Brescia, Inzaghi si presenta e svela un retroscena

"Potevo rimanere in A, ma avevo dato la mia parola" ha dichiarato.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione come nuovo tecnico del Brescia, Pippo Inzaghi ha spiegato: “Avrei anche potuto stare ancora in Serie A, ma quando io do la parola è quella e da subito sono stato accolto benissimo, sento di essere benvoluto.

Ci vorrà tanto impegno, ci vorrà sacrificio. Io e i miei collaboratori daremo tutti noi stessi per una piazza e una squadra di blasone”.

“Io sono contento della base che c’è e sono convinto che ci siano grossi margini di crescita per tanti ragazzi interessanti che già ci sono. Chi non ha entusiasmo potrà andare, ma io non penso che ci sia da trovare entusiasmo per stare al Brescia: quello lo si trova in maniera naturale.

Come sempre porto con me la fame che mi deriva dalla grande passione che ho per il calcio: c’è chi si sente bene a stare a casa, io mi sento bene solo sul campo e ad allenare. A ogni modo con me le regole sono chiare: chi non si allena bene non gioca. Tutto va meritato e conquistato sul campo. Per me Brescia è un posto speciale: da piccolo quando ero tifoso o mi facevo portare a San Siro oppure a Brescia”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sardara: “Questo sarà il mio ultimo anno da presidente e da proprietario”

Tamberi e Iapichino si preparano per Tokyo

Leggi anche
Contents.media