Il Cholo Simeone arriva su Prime Video con una docu-serie

Trent'anni di grinta in una stagione: Diego Pablo Simeone, Il Cholo in una docu-serie su Prime Video a partire dal 26 gennaio.

Vivere partita dopo partita è la docu-serie sul fenomeno Simeone. In onda su Prime Video il 26 gennaio 2022, sei episodi da 40 minuti che ripercorrono la cavalcata trionfale che ha visto la vittoria dell’Atletico Madrid del Cholo nella Liga spagnola.

Diego Pablo Simeone su Prime Video

“Y no tengo miedo”. Firmato Diego Pablo Simeone, detto El Cholo, campione argentino prima in campo da calciatore poi in panchina da tecnico vincente, con un solo credo: niente paura e cuore in campo. La tenacia, la personalità e una grinta da numero uno: nel successo di Diego Simeone c’è tanta passione per il calcio (che diventa quasi ossessione, come scopriremo nella serie), e tanto tanto lavoro quotidiano.

La serie, prodotta in esclusiva per Amazon Prime Video da BS e Wakai Sports in collaborazione con Atleti Studios, racconta la carriera carismatica ed il mito del cholismo, una vera e propria filosofia di intendere il calcio (e non solo). Il racconto segue la stagione del 2020-2021, decimo anno del Cholo sulla panchina dell’Atletico Madrid, che ha stravinto la Liga incantando tutti sia in Spagna che in Europa.

La storia della sua incredibile carriera

Giovanissimo fu portato in Italia da un altro monumento del calcio, almeno di quello nostrano, il presidente del Pisa, Anconetani, che scovò il ragazzo in Argentina e lo fece debuttare in serie A. Esito disastroso, troppo acerbo e ancora poco pronto al calcio italiano. Il trasferimento in Spagna, destinazione Siviglia, lo vede risalire la china al punto di essere scelto dall’Atletico Madrid. Con il club madrileno comincia una storia d’amore destinata a durare nel tempo: vince Liga e Copa del Re segnando ben 12 reti. Poi il ritorno da protagonista in serie A, dove milita con Inter e Lazio e vince un campionato distinguendosi tra i migliori calciatori del campionato italiano. Torna Ancora a Madrid dove gioca ancora per una stagione e mezza per poi andare a chiudere la carriera da calciatore nella amata terra Argentina, dove conclude nel Racing Avellaneda.

La seconda scalata al successo da allenatore

Ricominciare con la stessa grinta di quando era ragazzino è la spiegazione migliore del “cholismo”. Sì perché la storia di Diego è fatta di sacrifici e sudore, sempre. Dopo avere vinto tanto da calciatore, si rimbocca le maniche e ricomincia dal basso, rifacendo un giro completo molto simile a quello che lo ha portato a diventare un simbolo della celeste, la nazionale Argentina. Comincia in Argentina dove guida più di un club e rafforza la sua gavetta. Torna in Italia in una piccola, proprio come gli anni di Pisa: esordisce in A sulla panchina del Catania chiudendo con il record di punti per la squadra siciliana da quando gioca nella massima serie. Poi un ritorno in Argentina, dove riporta il Racing Club ai vertici prima di accettare, il 23 dicembre del 2011 la panchina dell’Atletico Madrid e scrivere le pagine più prestigiose del Club spagnolo.

Nella serie intervengono Cristiano Ronaldo, David Beckham, Leo Messi, José Mourinho, Pep Guardiola, Sergio Ramos, Luis Suárez, Koke e Fernando Torres tra le varie star del calcio, tutte a testimoniare la passione e il carisma del mitico Cholo.

Scritto da Giuseppe Di Palma
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Maitland Niles: tutto sul centrocampista inglese

Danilo Iervolino, il nuovo presidente della Salernitana: chi è e a quanto ammonta il suo patrimonio

Leggi anche
Contents.media