Chi vince lo scudetto 2022 in caso di classifica avulsa?

In caso di arrivo a pari punti in Serie A occorrerà la classifica avulsa per determinare chi vince lo scudetto 2022

Milan, Napoli, Inter e Juventus. Sembrano essere queste quattro, le squadre che fino all’ultima giornata si giocheranno lo scudetto della Serie A. Una corsa al Tricolore che potrebbe ancora regalare tantissime emozioni. Pochi i punti a dividere le formazioni in classifica con una non poi così lontana possibilità di vedere, all’ultimo turno, un arrivo a pari punti.

Ma cosa succede se le squadre dovessero arrivare appaiate al termine del regolare svolgimento del campionato? In questo caso entrerebbe in gioco la cosiddetta classifica avulsa per decidere chi vince lo scudetto 2022…

Chi vince lo scudetto 2022: la situazione

Prima di andare a vedere nel dettaglio chi vincerà lo scudetto 2022 nel caso in cui si dovesse ricorrere alla classifica avulsa, andiamo a riassumere la situazione attuale delle quattro squadre impegnate nella lotta al titolo di campione della Serie A.

Il Milan guida la classifica dopo 30 giornate disputate con 66 punti, frutto di 20 vittorie, sei pareggi e sole quattro sconfitte.

Il Napoli è secondo con 63 punti mentre l’Inter insegue al terzo posto con 60 lunghezze ma con una partita ancora da recuperare contro il Bologna.

Al quarto posto, in grande rimonta, troviamo la Juventus a quota 59 punti.

Sembra difficile che l’Atalanta, quinta a 51 punti, possa rientrare nella lotta, nonostante una partita da recuperare.

Vista la situazione in classifica delle prime quattro squadre, sembra probabile che ci possa essere un arrivo al fotofinish. In caso di parità di punti, quindi, si dovrà ricorrere alla classifica avulsa per determinare il vincitore del Tricolore.

I criteri della classifica avulsa

Ma come funziona la classifica avulsa e quali criteri vengono utilizzati per decidere chi vince lo scudetto 2022?

Le valutazioni che andranno eseguite in caso di arrivo a pari punti di due o più squadre, sono fondamentalmente cinque e terranno conto dei fattori numerici ottenuti dai club nell’arco delle 38 giornate di Serie A disputate.

Il primo criterio che si andrà a verificare sarà quello dei punti ottenuti da ciascuna squadra negli scontri diretti. Successivamente, se questo non bastasse, si andrà a controllare altri dettagli come la differenza reti negli scontri diretti, la differenza reti generale e le reti totali realizzate in generale. Come ultima opzione, se tutti questi criteri non dovessero essere sufficienti a determinare chi vincerà lo scudetto 2022, si andrà all’unico criterio non numerico, ovvero il sorteggio.

La situazione squadra per squadra

Premesso che la situazione del campionato è ancora in evoluzione e che ci saranno ancora degli scontri diretti da giocare, è comunque possibile fare un primo bilancio per vedere chi potrebbe trovarsi avvantaggiato in questo momento in caso di utilizzo della classifica avulsa.

Partendo dal Milan capolista, si nota come i rossoneri siano in vantaggio sull’Inter ma in totale parità con Napoli e Juventus per quanto riguarda gli scontri diretti. In tale ottica si dovrebbe ricorrere ai criteri immediatamente successivi.

Il Napoli è in svantaggio con l’Inter e in vantaggio contro la Juventus. Detto della parità col Milan, i partenopei sarebbero in avanti per differenza reti generale sui rossoneri.

La situazione dell’Inter, così come quella della Juventus, non è ancora definita in quanto manca lo scontro diretto del derby d’Italia di ritorno. Ad ogni modo i nerazzurri sono in vantaggio con il Napoli e in svantaggio contro il Milan per scontri diretti.

La Juventus, per il primo criterio, è quella messa peggio in quanto punti fatti negli scontri diretti. Pareggio e sconfitta contro il Napoli, doppio pari con il Milan e un pari anche con l’Inter.

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

In Russia la pirateria è ora legale

Juventus, addio Dybala: chi sarà il suo sostituto?

Leggi anche
Contents.media