Italia, Mancini resta: il futuro della Nazionale

Il futuro dell'Italia sarà ancora con Roberto Mancini che resta al comando della Nazionale anche per il futuro

Ancora tanta l’amarezza e la delusione dopo la mancata qualificazione dell’Italia al Mondiale in Qatar. La Nazionale azzurra, per il secondo torneo iridato consecutivo, non sarà presente all’appuntamento più importante. Per questa ragione già si pensa a rifondare la squadra.

La certezza dovrebbe essere il commissario tecnico Roberto Mancini ma ancora sono tanti i dubbi su quelli che saranno i giocatori su cui puntare in ottica futura. Per ragioni tecniche o anagrafiche, saranno, infatti, diversi i professionisti a non rientrare più nel progetto azzurro.

Italia, Mancini resta: il futuro della Nazionale

“Ho parlato con il presidente Gravina, siamo allineati su tutto. Con calma ragioneremo su tutto, per capire cosa migliorare in futuro”.

Sono state queste le recenti parole di Roberto Mancini in conferenza stampa alla vigilia della gara contro la Turchia a proposito del futuro. Dichiarazioni forti che fanno capire che, nonostante i rumors sulle sue possibili dimissioni, il commissario tecnico abbia deciso, forse, di continuare alla guida della Nazionale italiana.

Il futuro dell’Italia del calcio sembra essere quindi ancora del Mancio che già progetta come comportarsi:

Inseriremo dei ragazzi più giovani in Nazionale, nella speranza che possano avere delle opportunità in più anche nei rispettivi club. Partiremo da questo, poi vedremo cosa fare in ambito più generale. La squadra attuale, con qualche innesto, poteva giocare il Mondiale per vincere la Coppa. Faremo un po’ di inserimenti a giugno nella Nations League, dobbiamo iniziare a preparare le partite di qualificazione all’Europeo”.

La Nazionale del futuro

Insomma, un messaggio chiaro da parte del CT Mancini per il futuro della Nazionale. L’Italia, dunque, ripartirà da lui e da qualche addio dato che, per fare spazio ai giovani, servirà necessariamente che qualche big, per motivi tecnici o anagrafici, lasci.

Tra i giocatori che potrebbero salutare la Nazionale in modo definitivo dovrebbe esserci con certezza Giorgio Chiellini. Il difensore aveva già accennato qualcosa dopo la vittoria dell’Europeo, e adesso potrebbe confermare i suoi saluti. Nel reparto difensivo, invece, Leonardo Bonucci resterà per aiutare i più giovani. Nonostante qualche voce che lo vorrebbe verso la rinuncia all’Italia, il centrale è stato chiaro sulla voglia di proseguire.

Anche tra i pali ci sarà qualche piccolo accorgimenti. Donnarumma confermatissimo e con lui Cragno e Meret sembrano destinati ad essere della rosa Azzurra. Addio dunque all’esperto Sirigu.

Il pacchetto che subirà meno interventi sarà quello di centrocampo. Verratti, Jorginho, Barella saranno confermati. Con loro Tonali, Locatelli e Pellegrini.

Vero e proprio stravolgimento ci sarà in attacco. Il reparto avanzato vedrà i possibili addii di Immobile e Insigne.

Su chi puntare

I talenti comunque non mancano all’Italia e Roberto Mancini ha già dimostrato di non aver paura di lanciare qualche giovane con la speranza che anche i vari club possano fare lo stesso.

In difesa i vari Bastoni, Di Lorenzo e Spinazzola saranno la base da cui partire insieme all’esperto Bonucci. In mezzo al campo, ai nomi prima citati, verranno aggiunti quasi certamente due dei giovani più promettenti: Frattesi e Rovella.

In attacco si punterà forte su Scamacca come numero 9. Con lui anche Raspadori, Berardi e Chiesa a completare il tridente (con tanto di prima alternativa). Da capire l’evolversi della carriera di Zaniolo che tra centrocampo e reparto avanzato potrà comunque dare il suo contributo. Attenzione anche a Zaccagni.

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Turchia-Italia, i precedenti tra le due Nazionali

Cosa rischia il Chelsea se non arrivano offerte: i possibili scenari

Leggi anche
Contents.media