Serie A: come funziona il paracadute per le retrocesse

Tre squadre retrocesse dalla Serie A alla Serie B che potranno contare sul cosiddetto paracadute: un aiuto economico importante per la prossima annata.

La Serie A si è conclusa e tutti i verdetti sono stati emessi. Scudetto al Milan ma soprattutto tre squadre retrocesse in Serie B. Ed è proprio a proposito delle formazioni che l’anno prossimo giocheranno in cadetteria che ci soffermeremo. Infatti, Cagliari, Genoa e Venezia, ovvero i club che verranno “declassati”, potranno usufruire del cosiddetto paracadute.

Ma di cosa si tratta? Andiamolo a scoprire.

Serie A, il paracadute per le retrocesse

Come anticipato, la Serie A 2021-22 ha visto Cagliari, Genoa e Venezia essere retrocesse in Serie B avendo totalizzato rispettivamente 30, 28 e 27 punti in stagione.

Sono queste tre le squadre che potranno usufruire del paracadute per chi scende di categoria. Infatti, si tratta di un sostegno economico garantito alle società che in questo caso ammonta a 60 milioni di euro. Tale somma è appunto destinata alle tre sfortunate formazioni che passano dalla A alla B.

In realtà esistono tre tipi differenti di paracadute a seconda delle “caratteristiche” delle formazioni prese in considerazione.

I tipi di paracadute

Analizzando bene i tipi di paracadute, possiamo vedere quello di fascia A, ovvero Il “premio” che ammonta a 10 milioni di euro e che riguarda le squadre neopromosse tornate in Serie B dopo una sola stagione.

Esiste poi il paracadute di fascia B, ovvero il sostegno pari a 15 milioni di euro previsto per le squadre retrocesse che hanno militato in Serie A TIM per due delle ultime tre stagioni, anche non consecutive, Ma anche il paracadute di fascia C, ossia una somma di 25 milioni di euro che vengono dati alle retrocesse che hanno gareggiato nella massima Serie per tre delle ultime quattro stagioni, anche non consecutive. In entrambi i due casi – fascia B e C, nel conteggio si considera anche l’annata in cui è avvenuta la retrocessione.

La situazione attuale

Ora che abbiamo visto come funziona il paracadute di Serie A per le squadre retrocesse, possiamo analizzare nel dettaglio cosa accade in questa stagione 2021-22 con Cagliari, Genoa e Venezia retrocesse.

In totale, per la stagione 2021/2022, come abbiamo anticipato, la somma complessiva che potranno spartirsi le tre squadre finite in Serie B raggiunge i 60 milioni di euro. Questo perché una delle retrocesse ufficiali è il Venezia, neopromossa e quindi inserita nella fascia 10 milioni di euro. Il Genoa e il Cagliari, gli altri club finiti nel campionato cadetto, potranno invece contare su 25 milioni.

Da regolamento ci sono anche le regole relative alle tempistiche con cui tali somme di denaro saranno erogate ai tre club retrocessi. Il 40% viene riconosciuto il giorno successivo alla disputa dell’ultima gara del campionato al termine del quale è maturata la retrocessione. Il restante 60% verrà invece versato entro 15 giorni dalla disputa della prima partita ufficiale della nuova stagione.

In questo modo si cerca di dare una mano alle formazioni che potranno investire il denaro per provare, magari, a risalire immediatamente in Serie A.

Non resta che attendere l’inizio del prossimo torneo cadetto per capire se le formazioni avranno usato al meglio tale paracadute.

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Stefano Pioli: l’allenatore che ha riportato lo scudetto al Milan

Quanto guadagna chi vince la Serie A

Leggi anche
Contents.media