Serie A, spareggio scudetto: come funzionerà

Torna in Serie A lo spareggio scudetto: ufficiale la decisione della Figc

Novità storica per la Serie A: ufficiale lo spareggio scudetto. Nel caso in cui due squadre dovessero avere lo stesso numero di punti al termine del campionato, non si dovrà più guardare vari criteri, bensì ci sarà una partita secca da 90 minuti per decidere a chi assegnare il Tricolore.

Serie A spareggio scudetto: ufficiale

Dopo i tanti rumors che avevano ipotizzato l’idea in Serie A dello spareggio scudetto, ecco anche l’ufficialità. La storica novità è stata decisa dal Consiglio federale della Figc che ha optato per una gara secca aggiuntiva nel caso in cui due squadre dovessero avere lo stesso numero di punti alla fine del campionato.

Dal campionato 2022-23, quindi, se due formazioni dovessero trovarsi al primo posto non ci saranno criteri per assegnare lo scudetto, bensì una partita secca tra loro.

Come funziona e cosa cambia

Ma esattamente cosa cambia per la Serie A? Rispetto al passato, con l’inserimento dello spareggio scudetto nel massimo campionato italiano, non si dovrà più guardare i criteri come scontri diretti o alla differenza reti, quindi ai gol fatti e subiti, ma si procederà con una sola partita da 90 minuti.

Uno spareggio per l’appunto.

La gara secca funzionerà in modo molto semplice: partita classica che, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari, non vedrà supplementari ma si tireranno direttamente i calci di rigore.

Per completezza, bisogno annotare come il Consiglio federale, oltre ad aver confermato lo spareggio scudetto, ha inoltre approvato il bilancio, nonché altre modifiche.

Su tutte, la regola delle 5 sostituzioni (con la sesta aggiuntiva nelle gare che prevedono tempi supplementari) che diventa definitiva. Quindi anche in questa annata gli allenatori potranno fare cinque cambi durante i 90 minuti.

Sono state approvate anche le date dei campionati per la stagione sportiva 2022/2023. Per quanto riguarda la Serie A, questa inizierà il 14 agosto e terminerà il 4 giugno con la nota sosta invernale per i Mondiali.

La Serie B prenderà il via il 13 agosto e l’ultima giornata si giocherà il 19 maggio. La Serie C sarà invece in campo dal 28 agosto al 23 aprile. I Dilettanti inizieranno il 4 settembre e termineranno a maggio.

Per quanto riguarda la Serie A femminile, infine, partirà il 27 agosto e concluderà la stagione il 28 maggio 2023.

Il precedente

Come detto, per la Serie A lo spareggio scudetto è praticamente una novità, anche se non del tutto assoluta. Infatti, esiste già un precedente e risale a quasi sessant’anni fa.

Parliamo della stagione 1963/64 e a contendersi il titolo, all’epoca, erano Bologna e Inter. Si trattò di un anno piuttosto complicato e all’insegna anche di qualche polemica.

Inter e Bologna chiusero comunque il campionato a pari punti e tutto si giocò con un match secco a Roma. Il 7 giugno 1964 il club rossoblù si laureò Campione d’Italia. Per i felsinei si trattò del settimo Scudetto della storia, l’ultimo finora conquistato. L’Inter avrebbe avuto la sua “rivincita” la stagione successiva con il suo nono titolo, prima di conquistare lo Scudetto della stella nella stagione ancora successiva, quella 1965/66.

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I segreti per il benessere di mente e corpo: cosa non deve mancare

Fortnite, in arrivo la collaborazione con Stranger Things?

Leggi anche
Contents.media