Mondiali 2026: svelate le sedi ufficiali

Una vera e propria rivoluzioni sarà attesa per i Mondiali 2026: 16 sedi diverse e 48 squadre partecipanti

Se già la prossima edizione dei Mondiali in Qatar, sarà anomala per svolgersi in pieno inverno, i Mondiali 2026 si prospettano rivoluzionari e non poco.

La competizione che si disputerà tra 4 anni, sperando ci sia anche l’Italia ormai assente da troppo tempo e che adesso dovrà cercare di qualificarsi per i prossimi Europei, avrà luogo in Messico, Stati Uniti e Canada e le sedi saranno ben 16 così ripartite: 11 negli USA, 3 in Messico e 2 in Canada.

L’altra grande novità, invece, riguarda il numero totale di squadre partecipanti: ben 48.

La FIFA, per raggiungere il numero totale di 48 partecipanti, ha suddiviso i ‘pass’ in questo modo:

  • 16 per l’Europa (UEFA)
  • 9 per l’Africa (CAF)
  • 8 per l’Asia (AFC)
  • 6 per il Nord-Centro America (CONCACAF)
  • 6 per il Sudamerica (CONMEBOL)
  • 1 per l’Oceania (OFC)
  • 2 per chi vincerà i nuovi playoff

Mondiali 2026: le sedi ufficiali

Tantissime le città che hanno inviato la propria candidatura per ospitare almeno una gara dei Mondiali 2026 ma “solo” 16 sono state le sedi successivamente ufficializzate dalla Fifa.

Vediamo nel dettaglio le città che saranno teatro della competizione di calcio più importante.

STATI UNITI D’AMERICA – 11 città

  • Atlanta, Boston, Dallas, Houston, Kansas City, Los Angeles, Miami, New York, Philadelphia, San Francisco e Seattle.

MESSICO – 3 città

  • Città del Messico, Guadalajara e Monterrey.

CANADA – 2 città

  • Toronto e Vancouver.

Mondiali 2026: gli stadi delle 16 sedi

Stati Uniti D’America

  • ATLANTA: Mercedes-Benz Stadium – 65.000 posti
  • BOSTON: Gillette Stadium – 70.000 posti

  • DALLAS: AT&T Stadium – 92.000 posti

  • HOUSTON: NRG Stadium – 72.000 posti

  • KANSAS CITY: Arrowhead Stadium – 76.000 posti

  • LOS ANGELES: SoFi Stadium – 70.000 posti

  • MIAMI: Hard Rock Stadium – 67.500 posti

  • NEW YORK/NEW JERSEY: MetLife Stadium – 87.000 posti

  • PHILADELPHIA: Lincoln Financial Field – 69.500 posti

  • SAN FRANCISCO/BAY AREA: Levi’s Stadium – 71.000 posti

  • SEATTLE: Lumen Field – 62.000 posti

Messico

  • CITTÀ DEL MESSICO: Estadio Azteca – 87.500 posti

  • GUADALAJARA: Estadio Akron – 48.000 posti

  • MONTERREY: Estadio BBVA – 53.000 posti

Canada

  • TORONTO: BMO Field – 40.000 posti
  • VANCOUVER: BC Place – 54.500 posti

Mondiali 2026: le parole di Infantino e non solo

“Ci congratuliamo con le 16 città ospitanti della Coppa del Mondo Fifa per il loro eccezionale impegno e per la passione. Oggi è un giorno storico, per tutti in quelle città e Stati, per la Fifa, per il Canada, gli Stati Uniti e il Messico che daranno vita al più grande spettacolo della Terra. Non vediamo l’ora di lavorare insieme a loro per offrire quella che sarà una Coppa del Mondo Fifa senza precedenti e una svolta nel tentativo di rendere il calcio davvero globale”.

Anche Victor Montaglian, vicepresidente Fifa e presidente Concacaf, ha espresso il suo pensiero:

“Siamo rimasti entusiasti dell’impareggiabile competitività di questo processo di selezione. Siamo estremamente grati non solo alle 16 città che sono state selezionate, ma anche alle altre sei, con le quali non vediamo l’ora di continuare a impegnarci ed esplorare ulteriori opportunità per accogliere i tifosi e le squadre partecipanti. Questa è sempre stata una Coppa del Mondo Fifa in tre Paesi e che senza dubbio avrà un enorme impatto sull’intera regione e sulla più ampia comunità calcistica”.

Scritto da Andrea Barbato
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Allenatori italiani all’estero: il made in Italy è sempre più richiesto

L’estate della Serie A: raduni e ritiri

Leggi anche
Contents.media