Rasmus Højlund: quanto guadagna di stipendio l’attaccante dell’Atalanta

Lo stipendio di Rasmus Højlund: il gioiellino dell'Atalanta che ha fatto faville in Nazionale

Potrebbe diventare uno dei nomi più chiacchierati del prossimo calciomercato quello di Rasmus Højlund, attaccante classe 2003 in forza all’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Come spesso accade il club bergamasco è riuscito a mettere le mani su un vero e proprio gioiellino, nonostante il conto fatto dallo Sturm Graz quest’estate sia stato parecchio salato: 17 milioni di euro più bonus fino a 25, l’investimento al momento sembra poter essere ampiamente ripagato.

Dopo un inizio diesel ora l’attaccante danese sembra pronto a fare prestazioni sempre più continue e a guadagnarsi la titolarità in Serie A.

Lo stipendio di Rasmus Højlund: quanto guadagna l’attaccante dell’Atalanta

Come di norma all’Atalanta, il monte ingaggi è piuttosto ridotto rispetto alle altre squadre più importanti di Serie A: solo qualche giocatore veterano del club guadagna cifre superiori ai 3 milioni di euro.

La norma nel club neroazzurro si aggira intorno al milione di euro, meno per i nuovi arrivati.

Essendo stato comprato ad un prezzo elevato, sesto giocatore più costoso della storia del club, e vista anche la giovane età, lo stipendio di Rasmus Højlund per ora può essere considerato basso per quello di un giocatore di Serie A: appena 0,6 milioni di euro l’anno.

Il contratto firmato alla fine della scorsa estate lega il centravanti danese all’Atalanta fino a giugno 2027, ma è probabile che entro un altro anno il giocatore riceva un prolungamento con annesso aumento d’ingaggio nel caso l’Atalanta decida di puntare su di lui e tenerlo nella propria rosa.

La carriera di Rasmus Højlund, dove giocava l’attaccante danese

Il percorso fatto da Rasmus Højlund è quello dei grandi giocatori: fin da piccolo milita nel settore giovanile del Copenaghen, dove può formarsi e crescere ai massimi livelli del calcio europeo. Ben presto il centravanti danese si mette in mostra, e già il 25 ottobre 2020 fa il suo esordio con la maglia della prima squadra durante la partita di Superligaen contro l’Aarhus vinto 1-0.

A Copenaghen però non c’è un posto da titolare per Højlund, che in quasi due anni racimola appena 19 presenze, e nessun gol. Il giovane attaccante però ha le idee piuttosto chiare: decide di lasciare il club che lo ha cresciuto per cercare fortuna in Austria con la maglia dello Sturm Graz.

L’impatto con la prima divisione austriaca è ottimo per un ragazzo della sua età: 13 partite di campionato e 6 gol, in totale con la maglia dello Sturm Graz gioca 18 partite e segna 9 reti. Proprio per questo motivo la società austriaca ha deciso di lasciare partire l’attaccante solo dopo un’offerta consistente dell’Atalanta.

L’esordio da sogno di Rasmus Højlund in Nazionale

Dopo sei mesi così così nel campionato italiano, il 2023 sembra essere l’anno di Rasmus Højlund, che con l’anno nuovo si è scatenato: 7 gol e due assist con la maglia dell’Atalanta gli sono valsi la convocazione per le gare di qualificazione ai prossimi Europei.

All’esordio con la nazionale maggiore della Danimarca, Højlund si è presentato con una tripletta ai compagni, un esordio davvero da sogno. Tutta una favola? Decisamente no, perché 3 giorni dopo sul campo del Kazakistan l’attaccante danese segna una doppietta, facendo 5 gol in appena due apparizioni con la Nazionale.

Scritto da Gabriele Vecchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Rasmus Højlund: il calciatore danese che interessa a Milan, Napoli e Inter

Silvio Berlusconi: il patrimonio del presidente del Monza