Rui Costa protegge la nuova gemma del Benfica e la tiene lontana dal Barcellona

Il FC Barcellona ha fallito nel suo tentativo di acquisire un giovane calciatore portoghese del Benfica, José Melro (Santarém, 26 maggio 2004), che aveva da tempo tenuto d’occhio. Il giocatore di 20 anni avrebbe dovuto svincolarsi dal suo contratto nel giugno 2025, e il Barcellona lo vedeva come una possibile opportunità di mercato.

Inizialmente, avevano pensato di inserirlo nel loro team di serie B, qualora fossero stati promossi, ma ciò non è avvenuto.

Tuttavia, la negoziazione per il rinnovo del contratto di Melro è stata influenzata dalla partecipazione diretta del presidente del Benfica, Rui Costa.

Dopo mesi di trattative e alcuni momenti difficili, ci si aspetta che Melro firmi un nuovo contratto della durata di tre o quattro anni.

Non solo il Barcellona era interessato a Melro; anche il Lille e vari club della Premier League, della Bundesliga e della Serie A lo avevano notato. In Portogallo, c’erano anche squadre della serie A che volevano il giocatore.

Rui Costa ha contribuito a risolvere le differenze nelle trattative quando sembrava che Melro non avrebbe rinnovato il suo contratto. Costa ha fortemente sostenuto il giocatore, visto come la nuova stella emergente dal vivaio del Benfica, seguendo le orme di Joao Neves e precedendo ad altri noti giocatori come Antonio Silva, Joao Félix, e Joao Cancelo.

Per quanto riguarda Melro, il progetto sportivo ha giocato un ruolo chiave nella sua decisione finale. Non richiedeva un particolare status economico e aveva un piano per farlo accedere alla squadra principale. Questo è stato il fattore decisivo. Quest’anno, giocherà nella seconda divisione, nel Benfica II, con la possibilità di essere promosso alla squadra principale, poiché l’allenatore Roger Schmidt lo considera un giocatore valido. La sua assenza dai primi due team in precedenza era dovuta alla sua situazione contrattuale, e il Benfica voleva risolvere questo problema prima di promuoverlo.

Melro ha sempre dato priorità all’aspettare il Benfica, sperando di ottenere successo nella squadra del suo cuore. È un lieto fine per un calciatore destinato a diventare un punto di riferimento nel medio termine per il Benfica.
Le sue abilità
Melro è un attaccante di grande istinto, con una personalità forte e una etica del lavoro invidiabile. Ha realizzato 16 gol nella Liga Revelaçao lusa (under 23 del Portogallo) e altri due nella Taça, per un totale di 18. Questo lo rende uno dei migliori marcatori del club in tutte le categorie in questa stagione ed è anche un giocatore internazionale under 20.
Per la sua giovinezza, per le sue potenzialità e per il tipo di attaccante che è, ha delle similitudini con Joao Félix. Mostra ottimi movimenti in campo, è un attaccante in grado di connettere, di creare, di dare vita al gioco. Raggiunge posizioni di gol con grande istinto e precisione.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le dichiarazioni di Berenguer dopo aver raggiunto un’intesa con l’Athletic

L’unico cambiamento nel ritorno del Valencia è Dimitrievski