La Francia sostituisce il gergo videoludico

Il 30 maggio i funzionari francesi si sono riuniti per continuare la loro battaglia secolare con il fine di preservare la purezza della lingua, rivedendo l’uso del gergo dei videogiochi inglese.

Il 30 maggio i funzionari francesi si sono riuniti per continuare la loro battaglia secolare con il fine di preservare la purezza della lingua, rivedendo l’uso del gergo dei videogiochi inglese.

La purezza della lingua

La Francia da sempre tiene a preservare la purezza della propria lingua.

Mentre noi italiani non abbiamo problemi nell’utilizzare inglesismi proveniente da mondo videoludico, i funzionari politici francesi hanno intrapreso nel tempo una vera e propria battaglia contro di essi. Difatti si è giunto alla decisione di trovare delle parole native francesi che le possano sostituire.

Una volta trovati dei termini sostitutivi è stato negato ai dipendenti del governo francese di utilizzare i termini videoludici inglesi.

La soluzione

La lista di espressioni alternative sono state pubblicate sul Journal Officiel francese, la gazzetta governativa della Repubblica francese. Divenendo così termini ufficiali che devono essere utilizzati dai dipendenti del governo nel rispetto della lingua.

Ovviamente molti termini sono stati semplici da sostituire, ad esempio “pro-gamer” diventa “joueur professionnel” ma altri sembrano più complicati, tipo “streamer” che si trasforma in “joueur-animateur en direct”.

Il ministero della Cultura è stato tra i primi a comunicare che il settore dei videogiochi fosse pieno di anglicismi che potessero divenire col tempo “barriera alla comprensione”.

, L’organismo di controllo della lingua secolare ossia l’Académie Française, a febbraio avvertì un “degrado della lingua francese che, però, non deve essere visto come inevitabile”.

La globalizzazione ci ha portato ad utilizzare nel tempo termini dal gergo vidoeludico inglese, il che non deve essere visto per forza come qualcosa di negativo. L’utilizzo di questi termini permette a ragazzi di tutto il mondo di scambiarsi informazioni e/o conoscersi.

Scritto da 2watch
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dolce&Gabbana, il marchio made in Italy investe sul gaming

I titoli più popolari della prima metà del 2022

Leggi anche
  • warThis War of Mine nelle scuole

    Il governo della Polonia ha reso disponibile gratuitamente a studenti ed educatori il gioco contro la guerra di 11 Bit Studios, This War of Mine per sensibilizzare riguardo l’argomento.

  • sfondo 2w3 Notizie gaming imperdibili della settimana

    La rubrica targata 2WATCH che vi tiene aggiornati su tutte le novità più importanti del mondo del gaming torna anche questa settimana. La settimana dal 20 al 26 giugno ha visto diverse novità, alcune molto bizzarre.

  • fortnite stranger thingsFortnite, in arrivo la collaborazione con Stranger Things?

    Il telefilm più chiacchierato delle ultime settimane, potrebbe tornare sul grande universo del battle-royale di Epic Games.

  • 5 streamer cresciuti copertinaTwitch, i 5 streamer più cresciuti di maggio

    Dopo gli streamer più visti, tornano anche gli streamer più cresciuti del mese di maggio. Un altro mese è passato e Twitch continua ad essere all’apice del mondo dei content creator nell’ambito gaming e non solo.

Contents.media