MotoGp, Joan Mir: “Ora è una questione di sopravvivenza”

Il centauro Suzuki è il più continuo dello schieramento, nonostante un avvio di Mondiale non brillante.

Joan Mir non ha brillato in questoavvio di Motomondiale ma, come l’anno scorso, è stato sicuramente tra i piloti più continui. Il campione del mondo è attualmente al quarto posto in classifica generale, a soli 17 punti da Bagnaia, senza mai mettersi particolarmente in luce: “Non è il miglior inizio di campionato per noi e per me.

Spero di poter andare più forte nel corso della stagione, ma ora è una questione di sopravvivenza, dobbiamo segnare il maggior numero di punti a nostra disposizione”.

“Per me è difficile sorpassare, a pista libera il mio ritmo migliora sensibilmente”, spiega il centauro della Suzuki.

In vista di Le Mans “le sensazioni sono buone. Durante lo scorso fine settimana abbiamo fatto un passo avanti, ho avuto un buon feeling con la moto e un buon ritmo gara.

Mi sentivo particolarmente veloce. Durante la gara penso invece che tutti abbiano sofferto, ma credo che le Yamaha e le Suzuki abbiano accusato di più il fatto di avere meno potenza per sorpassare e per stare dietro agli altri”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro, De Marchi in estasi: “Mi sento quasi fuori posto”

Vincenzo Nibali non si perde d’animo, Ciccone soddisfatto

Leggi anche
Contents.media