Chi è Jasmine Paolini, il talento più promettente del tennis

Dopo aver conquistato sette titoli ITF e aver disputato varie qualificazioni, Jasmine Paolini ha dimostrato chi è lottando agli Australian Open.

Con i suoi 160 cm di altezza è una delle tenniste più basse di sempre, vediamo chi è Jasmine Paolini.

Chi è Jasmine Paolini

Nata nel 1996 a Bagni di Lucca da padre toscano e madre ghanese-polacca, ha scalato le gerarchie del tennis nazionale.

Infatti, nel 2019, si è consacrata raggiungendo la vetta del tennis italiano e diventando la miglior tennista azzurra nella classifica WTA.

Le prime partecipazioni di Jasmine ai tornei risalgono al 2011. Raggiunge la sua prima finale nel 2013 a Roma, dove esce però sconfitta. Il primo trofeo singolare arriva in agosto nel 10.000 $ di Locri, mentre quello di doppio arriva il mese successivo a Santa Margherita di Pula. Nel 2014 vince il torneo di Viserba ma perde a Telavi.

Inizia la stagione successiva solo ad aprile a causa di un infortunio e prende parte agli Internazionali di Roma.

Nell’aprile successivo conquista il suo terzo titolo ITF vincendo la finale a Santa Margherita di Pula e vince un altro titolo a Valencia, raggiungendo la 214esima posizione in classifica. Nel 2017 prende parte per la prima volta alle qualificazioni degli Australian Open, uscendo però al debutto contro Rebecca Sramkova. Dopo aver ricevuto la convocazione e aver partecipato alla Fed Cup, a giugno conquista a Marsiglia il titolo più prestigioso della sua carriera, battendo in finale Tatjana Maria, numero uno del torneo.

jasmine paolini

Il primo Slam e primo titolo italiano

Negli anni successivi tenta sempre la qualificazione ai tornei Slam, uscendo però sempre al primo o al secondo turno. Nonostante questo, Jasmine non si lascia abbattere e conquista altri quattro titoli ITF (dopo S. Margherita) e la finale degli Open di Tokyo. Grazie a questi risultati scala la classifica fino a diventare la prima esponente italiana nel ranking WTA, guadagnandosi l’accesso diretto al suo primo Slam: gli Australian Open 2020.

Nel giugno del 2020, diventa per la prima volta campionessa italiana battendo in finale Martina Trevisan. Alla ripresa del circuito – dopo la pandemia di Covid-19 – supera i primi turni degli Internazionali d’Italia, uscendo però contro la numero 2 del mondo Simona Halep (che poi vincerà il torneo). Qualificatasi agli Australian Open 2021, esce al primo turno contro Karolina Pliskova. Nonostante la sconfitta, sembra proprio che sul talento e sulla motivazione della Paolini ci sia da scommettere.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Alonso: “Mi considero un pilota da 9 in pagella”

Chi è Naomi Osaka: la prima giapponese a vincere uno slam

Leggi anche
Contents.media