Jannik Sinner: chi è e carriera del tennista italiano

Il giovane tennista Jannik Sinner è certamente tra i migliori atleti in circolazione: chi è e carriera

Talento precoce, giovane promessa e adesso vera e propria realtà. Parliamo di Jannik Sinner, tennista italiano classe 2001. L’atleta si sta confermando ai vertici del tennis grazie a prestazioni incredibili nei principali tornei e sta costantemente lottando per essere un componente stabile nella top 10 del mondo.

Chi è Jannik Sinner: vita privata e sport

Jannik Sinner è nato il 16 agosto del 2001 a San Candido, piccolo comune di Bolzano. Il ragazzo ha anche un fratello maggiore di nome Marc e i suoi genitori, Siglinde e Hanspeter, hanno una grande passione per lo sci e gestiscono un piccolo rifugio, Fondo Valle, in Val Fiscalina.

L’approccio di Sinner con lo sport non lo vede subito appassionato di tennis. Infatti, da molto piccolo decide di dedicarsi allo sci. Solo successivamente, circa a 8 anni, opta per la racchetta. All’età di 13 anni si è trasferito a Bordighera, dove è stato seguito da Riccardo Piatti e Andrea Volpini che lo hanno aiutato a diventare tra i protagonisti di questo sport.

Per quanto riguarda gli studi, Jannik Sinner ha frequentato il liceo Walther di Bolzano fino al quarto anno. Con l’aumento degli impegni sportivi, dovuti anche al suo exploit, la sua concentrazione è andata unicamente verso lo sport.

Inizi di carriera nel tennis

Fin dai primi passi nel tennis, le doti di Sinner sono evidenti. Il suo percorso juniores lo vede disputare ottimi incontri che fanno da apripista all’ingresso nel circuito professionistico il 12 settembre del 2015, all’età di 14 anni quando disputa, anche se senza successo, le qualificazioni del Futures Croatia F16.

Data importante nella carriera di Sinner è quella del 19 marzo 2016, quando vince nel primo turno delle qualificazioni del Futures Croatia F4, il suo primo incontro da professionista sconfiggendo in due set il croato Leo Kovacic.

Il 31 gennaio 2018, a 16 anni e 5 mesi, vince il suo primo incontro nel tabellone principale di un torneo professionistico, nel Futures Egypt F3. Solamente un mese più tardi, precisamente il 12 febbraio 2018 entra per la prima volta nella classifica mondiale iniziando di fatto la propria scalata nel tabellone.

L’ascesa di Sinner

Le doti di Sinner iniziano a far parlare tutto l’ambiente tennistico con il giovane atleta italiano che macina record su record. Nel 2019, arrivano i primi importanti traguardi con la vittoria alle Next Generation ATP Finals, trionfando in finale in tre set e diventando il più giovane vincitore nella storia del torneo. Il 28 ottobre sale alla 93^ posizione della classifica mondiale, diventando il più giovane tennista italiano di sempre a entrare nella top 100.

Il 2020 è l’anno che lo porta alla consacrazione con i grandi nonostante la sua giovane età. Sinner partecipa per la prima volta al Roland Garros, raggiungendo i quarti di finale salvo poi essere eliminato dal campione spagnolo Rafael Nadal.

Ma è qualche mese più tardi che arriverà la prima grandissima gioia con la vittoria del suo primo ATP. A novembre, infatti, il tennista italiano vince a Sofia nell’ATP 250 diventando il più giovane italiano a riuscirci all’età di 19 anni e 2 mesi.

Nel 2021 conquista ben 4 titoli ATP: al 250 di Melbourne, nel 500 di Washinghton, di nuovo a Sofia dove era campione in carica e ad Anversa. Chiude l’annata alla posizione 10 della classifica. Un risultato che lo rende il quarto tennista italiano di sempre a concludere la stagione da top 10.

Il 2022 vede Sinner impegnato nell’ATP Cup e successivamente anche all’Australian Open dove si qualifica ai quarti di finale perdendo poi da Stefanos Tsitsipas.

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Serie A, fissati i recuperi: Bologna-Inter in campo il 27 aprile, Atalanta-Torino l’11 maggio

Sorteggio Mondiali 2022: le fasce dei gironi

Leggi anche
Contents.media