Chi è Weston McKennie: carriera e vita privata del calciatore

Weston McKennie, nonostante la giovane età, è già entrato nella storia della Serie A.

Weston McKennie è una delle più belle sorprese della stagione 2020-2021 del campionato italiano. Lo statunitense, in forza alla Juventus, si tra rivelando uno dei centrocampisti più forti e interessanti dell’intera Serie A.

Chi è Weston McKennie

Weston James Earl McKennie, nome completo del calciatore, è nato il 28 agosto 1998 a Little Elm (Texas).

Dai sei ai nove anni ha vissuto in Germania, dato che il padre prestava servizio in una base aerea appartenente agli Stati Uniti.

Dopo essere cresciuto nei settori giovanili del Phönix Otterbach e del Dallas, ha deciso di intraprendere l’esperienza tedesca accettando l’offerta dello Schalke O4 nel 2017. Inizialmente schierato nella formazione primavera, già al primo anno collezionò una presenza in prima squadra, nell’ultima giornata di Bundesliga.

La carriera da professionista

Dal 2018 divenne un membro fisso della rosa dello Schalke 04, disputando in stagione ben venticinque partite. Nello stesso periodo fece anche il suo esordio con la Nazionale maggiore degli Stati Uniti. Per vederlo andare in gol per la prima volta si è dovuto aspettare il suo terzo anno, quando realizzò due reti (una in Champions League e una nel campionato tedesco). Nella sua esperienza in Germania ha totalizzato cinque gol tra Bundesliga e coppe.

mckennie bundesliga

Un’ottima quarta stagione, gli valse la chiamata della Juventus nella sessione di calciomercato dell’estate del 2020. Un prestito oneroso a 4,5 milioni e mezzo per quello che è il primo statunitense della storia del club. Le buone prestazioni nei primi mesi in bianconero gli valsero il riscatto già a marzo 2021. A Torino McKennie è diventato subito un giocatore molto importante mister Pirlo. Inizio dicembre fu un periodo d’oro per lui, con la prima rete in Serie A (nel derby contro i granata) e in Champions League (al Camp Nou contro il Barcellona). I suoi tre successivi tre gol nel campionato italiano gli sono valsi un piccolo record: è infatti diventato il miglior marcatore statunitense di tutti i tempi in Serie A, superando l’ex Roma e Chievo Michael Bradley.

mckennie rete

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il Regball in Russia, un mix tra basket e wrestling

Chi è Theo Hernandez, il terzino rossonero col vizio del gol

Leggi anche
Contents.media