Non solo Maignan, i principali infortuni delle big di Serie A

Gettiamo un rapido sguardo alle infermerie delle migliori squadre di Serie A. Quanti infortuni!

Di ritorno dalla seconda sosta per le Nazionali della stagione, il capitolo infortuni tiene più banco che mai. Ecco una rapida disamina dei casi più gravi del nostro campionato, la Serie A TIM.

I principali infortuni delle big di Serie A

L’ultimo della lista è il portiere francese, fresco di vittoria di UEFA Nations League con la maglia della Francia (sebbene il ragazzo non sia mai sceso in campo). I persistenti dolori al polso sinistro hanno infatti insospettito il Milan, che pertanto manderà Maignan sotto i ferri. Risultato? Circa due mesi di stop. Non esattamente una buona notizia, specialmente se si considerano gli impegni stagionali che attendono i rossoneri, dalle sfide da dentro-fuori con il Porto, a match di cartello quali il Derby.

Ad ogni modo, tant’è: Maignan è infortunato, al suo posto è già pronto Mirante, il quale dovrebbe firmare a momenti.

Nel Milan, inoltre, sono infortunati anche il terzo portiere Plizarri (rientro stimato a Dicembre), il brasiliano Messias (circa un mese di stop) e Alessandro Florenzi, operatosi ad inizio ottobre e atteso in campo per metà novembre.

Le infermerie delle altre grandi

Dall’altra parte del Naviglio, se la passa decisamente meglio l’Inter, club che deve fare a meno del solo Stefano Sensi, un vero e proprio habitué delle infermerie della Pinetina.

Il ritorno stimato per il centrocampista italiano è fissato per metà ottobre, forse già dopo la sosta.

Analoga la situazione della Lazio, che dopo il recupero di Ciro Immobile dovrà valutare le sole condizioni di Zaccagni, le quali, ad ogni modo, non preoccupano più di tanto. Anche le infermerie del Napoli di Luciano Spalletti sono abbastanza vuote. Unici frequentatori, di questi tempi, il centrocampista Lobotka (pronto al rientro) e il terzino Malcuit, il quale soffre di una distrazione di primo grado al soleo sinistro.

Leggermente peggiori le situazioni di Roma e Juventus. I capitolini, oltre agli assenti Spinazzola (infortunatosi nel corso degli scorsi Europei di Calcio e con rientro fissato per dicembre) e Chris Smalling (lesione al flessore della coscia destra), rischiano infatti di perdere anche Abraham, il quale potrebbe soffrire di un problema muscolare a seguito delle prestazioni con l’Inghilterra. Nella Juventus, invece, out Morata per una lesione muscolare del bicipite femorale della coscia destra, McKennie (risentimento muscolare alla coscia destra) e Rabiot, risultato positivo al Covid il 9 ottobre scorso e attualmente in isolamento.

Capitolo Atalanta

Chi se la passa peggio di tutti è tuttavia l’Atalanta di Giampiero Gasperini, protagonista di un avvio di stagione traballante. I nerazzurri, nella fattispecie, devo fare a meno di tasselli fondamentali quali Robin Gosens (lesione al bicipite femorale della coscia destra; rientro previsto per dicembre), Djimsiti (frattura radio e ulna braccio sinistro; rientro verso metà novembre), Hateboer (possibile rientro a fine novembre), Matteo Pessina (lesione al flessore della coscia destra; rientro a fine dicembre) e Rafael Toloi, il cui risentimento muscolare andrà valutato con estrema cautela al rientro dopo la sosta per le Nazionali.

Scritto da Andrea Crenna
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGp, Lin Jarvis: “Abbiamo perso molti punti”

Ciclismo, Francesco Moser: “Record dell’ora? Credo che Ganna ce l’abbia nelle gambe”

Leggi anche
Contents.media