Patrimonio Di Maria calciatore: a quanto ammonta

Il clamoroso palmarès di uno degli esterni sinistri più forti di sempre.

Uno degli esterni più decisivi di questo secolo, si tratta del talento argentino Angel Di Maria, detto anche “El Fideo”, che in spagnolo significa sostanzialmente “spaghetto“, soprannome affibbiatogli ai tempi del Club Atlético El Torito a causa del suo essere molto magro.

Classe 1988, in Europa ha militato nel Benfica, che lo lancia definitivamente nel calcio che conta, poi Real Madrid, Manchester United, Paris Saint Germain ed ora Juventus, inoltre è una dei capisaldi della nazionale argentina da anni, con la Celeste ha conquistato la Copa America nel 2021, ed è stato vicecampione del mondo nel 2014.

Quanto guadagna Angel Di Maria alla Juventus?

Nonostante l’età ormai avanzata, El Fideo rimane uno di quei giocatori che tutti i club vorrebbero avere nella propria rosa, non a caso dopo aver lasciato Parigi l’argentino si è trovato un posto a Torino, ovviamente sponda bianconera.

Il contratto dell’esterno argentino gli rende ben 6 milioni l’anno, che fanno sostanzialmente 500 mila euro al mese, circa 115 mila a settimana e 23 mila al giorno, decisamente niente male per uno che ha superato i 30 da un po’ e che ha sempre avuto parecchi problemi con gli infortuni (cosa che puntualmente si è realizzata anche con la maglia bianconera).

La carriera di Angel Di Maria

Come giocatore El Fideo, nasce nelle giovanili del Rosario Central, squadra in cui tra l’altro ha recentemente dichiarato di voler tornare per chiudere la propria carriera. Nel 2005 l’esordio in prima squadra, nella quale sta due stagioni giocando 35 gare e segnando 6 gol. La sua tecnica sopraffina attirano le sirene dei club europei, è il Benfica a portarlo in Europa ancora giovanissimo: in Portogallo tre stagioni che lo lanciano definitivamente, dal 2007 al 2010 sono 76 le presenze e 7 i gol. Se i numeri delle reti non sono da capogiro, bisogna ricordare che la specialità della casa dell’esterno argentino è più che altro l’assist, sempre fatti a valanga.

Dal 2010 al 2014, l’apice della carriera del giocatore: in questi 4 anni infatti veste quella che è la maglia di una delle società più prestigiose d’Europa e del mondo, il Real Madrid. Con la camiceta blanca disputa 122 partite, segnando anche ben 22 gol; nel 2014-15 la non fortunatissima parentesi Manchester United, con cui comunque fa 27 partite e 3 gol, poi un nuovo capitolo importante: Parigi. Dal 2015 al 2022 El Fideo è uno degli uomini simbolo del Paris Saint Germain, con cui gioca 197 partite e segna 56 reti, poi il passaggio alla Juventus in questa stagione, con cui fin’ora ha raccolto solo 5 presenze ed un gol (alla prima giornata) a causa dei tanti infortuni che lo hanno tormentato in questo inizio di stagione.

Un palmarès stracolmo

Con il Benfica:

2 Coppa di lega portoghese, annate 2008-2009 e 2009-2010
1 Campionato portoghese 2009-2010

Con il Real Madrid:

2 Coppa di Spagna, annate 2010-2011 e 2013-2014
1 Campionato spagnolo 2011-2012
1 Supercoppa di Spagna nel 2012
1 Champions League 2013-2014
1 Supercoppa UEFA 2014

Con il Paris Saint Germain:

5 Campionati francesi, 2015-2016, 2017-2018, 2018-2019, 2021-2022
4 Coppa di Lega francese, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2019-2020
5 Coppa di Francia, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2019-2020, 2020-2021
5 Supercoppa francese 2016, 2017, 2018, 2019, 2020

Scritto da Gabriele Vecchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Conference League: i sorteggi dei sedicesimi di finale

Serie A, 14esima giornata: orari, partite, formazioni

Leggi anche
Contentsads.com