Sprint Race, cos’è la nuova gara di qualifica F1

Approvata all'unanimità dalla commissione F1, verrà testata già in questa stagione. Cos'è la Sprint Race, valida per le qualifiche di GP?

Dopo l’approvazione unanime della commissione F1, i banchi di prova ufficiali saranno i GP di Gran Bretagna e Italia. Cos’è la Sprint Race, la nuova gara di qualifica F1 e che regole verranno introdotte?

Sprint Race: cos’è e dove si terrà

La Sprint Race è una nuova competizione di F1: sarà valida per le qualifiche di Gran Premi selezionati già da questa stagione. Prima assoluta a Silverstone nel weekend del 18 luglio, replica a Monza nel fine settimana del 12 settembre. Ancora dubbi invece sull’applicazione della novità anche al GP di Brasile, fissato per il primo weekend di novembre. Ciò ch’è certo è che il programma di Gran Bretagna e Italia risulterà rivoluzionato dall’introduzione della Sprint Race.

Accanto alle libere del venerdì, infatti, si terrà la sessione di qualifica per stabilire lo schieramento di partenza appunto della Sprint Race. A sua volta, l’ordine di arrivo nella Sprint Race sarà determinante per la griglia di partenza della gara domenicale. Inoltre, i primi tre classificati nella nuova gara da 100 km si aggiudicheranno alcuni punti bonus. In particolare, 3 punti saranno assegnati al vincitore e rispettivamente 2 punti e un punto per i gradini più bassi del podio.

LEGGI ANCHE: Chi è Jacques Villeneuve, il pilota senza timori

sprint race formula 1

Sprint Race: regolamento e gomme

Nei weekend delle Sprint Race le sessioni di prove libere da tre passeranno a due, sempre della durata di un’ora. La prima al venerdì, mentre la FP2 si disputerà al sabato mattina. Se le FP1 e le qualifiche del venerdì si disputeranno sul bagnato, le scuderie riceveranno un set aggiuntivo di gomme Intermedie, ma dovranno poi restituire un set usato prima delle SR. Se, infine, la Sprint Race sarà sotto la pioggia, le squadre potranno restituire successivamente un treno di gomme Wet o Intermedie, da sostituire con un nuovo set.

In particolare, nel mattino di venerdì si terrà una sessione di libere della durata di un’ora con due set di gomme per ogni team con mescola di libera scelta. Il sabato, la seconda sessione di prove libere con un solo set di gomme (scelta libera) e poi la Sprint Race di circa 100 km con due set a disposizione. Domenica il classico GP con i due treni di gomme che restano.

La Sprint Race è stata ideata per offrire una corsa breve e spettacolare. Nei 25-30 min di gara, i piloti correranno al massimo delle loro possibilità dall’inizio alla fine senza la possibilità di rientrare ai box o gestire la vettura. Ci sarà una procedura più rapida per le qualifiche Sprint, senza l’inno nazionale e tutte le altre peculiarità del GP della domenica. Le SR avranno un regolamento ad hoc, ovvero solo gomme soft a disposizione. Team e piloti saranno poi liberi di iniziare la gara di domenica con qualsiasi mescola, invece di dover utilizzare la gomma con cui si qualificano nella Q2.

LEGGI ANCHE: Il patrimonio di Valentino Rossi: quanto guadagna VR46?

sprint race f1

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Julian Nagelsmann, il nuovo allenatore del Bayern Monaco

Fonseca non si nasconde: “Situazioni difficile da gestire”

Leggi anche
Contents.media