Milan-Fiorentina è stata la prima partita nel Metaverso

Una grande novità per la Serie A: Milan-Fiorentina è stata la prima partita andata in scena anche nel Metaverso

La partita di Serie A tra Milan-Fiorentina, match valido per la 35esima giornata del massimo campionato italiano, è stata la prima trasmessa nel Metaverso. Si tratta di una novità assoluta che ha unito il mondo del calcio con l’innovazione tecnologica.

Si è potuto assistere alla sfida tra il Diavolo e la Viola all’interno della stanza di Lega Serie A presente nel metaverso di The Nemesi, grazie al progetto ideato dai vertici del pallone italiano in collaborazione appunto con The Nemesis.

Milan-Fiorentina: prima partita nel Metaverso

Come detto, Milan-Fiorentina di domenica 1 maggio è stata la prima partita andata in scena nel Metaverso. Un match disponibile al pubblico del Medio Oriente e del Nord Africa. Gli utenti hanno potuto interagire e seguire lo streaming della partita attraverso il proprio avatar creato appositamente per il mondo virtuale.

Si è trattato di un’unione perfetta tra la tecnologia e lo sport, in questo caso il calcio. Il Metaverso è la nuova frontiera del progresso tecnologico anche nel mondo dell’intrattenimento ed è per questa ragione che la Lega Serie A ha voluto essere la prima in assoluto a provare tale esperienza.

Come funziona

Sebbene in tanti ancora non conoscano l’esatto funzionamento del Metaverso, molti utenti hanno partecipato all’evento della partita di Serie A tra Milan e Fiorentina. Le persone interessate hanno scaricato gratuitamente un Nft (Non-Fungible Token) alla pari di un biglietto, in questo caso virtuale. Una volta entrato in questo mondo, ciascuno ha potuto seguire la sfida dallo schermo del proprio dispositivo elettronico, come alternativa allo stadio o alla tv, godendo in aggiunta dell’opportunità di interagire con gli altri utenti presenti nella piattaforma virtuale. Inoltre, esattamente come accade nella realtà, anche in questo caso si è potuto interagire con i presenti con reaction o chattando. La particolarità di questo Metaverso e della fruizione degli eventi è che una persona qualsiasi può trovarsi a condividere l’esperienza con un’altra a distanza di km, il tutto ovviamente come avatar che in questo caso poteva essere personalizzato con elementi brandizzati della Lega di Serie A.

Le parole di De Siervo

A parlare di tale progetto e di come sia andato, è stato l’amministratore delegato della Lega Serie A Luigi De Siervo che a Radio Anch’Io Sport ha voluto esaltare tale esperienza che, ricordiamolo, è stata possibile per il momento solo per gli utenti del Medio Oriente e del Nord Africa.

“Ci presentiamo come pionieri di una fase storia piena di innovazioni tecnologiche che aprono la strada a rivoluzionarie possibilità di trasmissione, raggiungendo e coinvolgendo sempre più giovani tifosi in tutto il mondo. Vogliamo sfruttare la capacità della nuova generazione di giovani di cogliere le novità, perché riteniamo il Metaverso la nuova frontiera digitale dominante, capace di rivoluzionare il futuro del settore dell’intrattenimento”.

Alla domanda se il calcio, causa tecnologia, perdesse la sua umanità, De Siervo ha aggiunto:

“l calcio perde la sua umanità? No, questo assolutamente. Quello che deve fare una Lega Serie A è mettere la tecnologia a supporto del consumatore. I giovani hanno bisogno di qualcosa di diverso. Andiamo verso una realtà immersiva dove si interagisce. Ma la partita è la stessa”.

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Luca Pairetto: chi è e carriera

Champions League: dove vedere il ritorno delle semifinali

Leggi anche
Contents.media