Chi è Gaetano Castrovilli: dalla danza al calcio

Dalla danza al campo da calcio, la storia di Gaetano Castrovilli. Ecco chi è il calciatore della Fiorentina e le notizie sul suo rinnovo.

Il calciomercato si è chiuso da poche settimane ma le trattative all’interno delle squadre sono ancora vivide. Secondo quanto riporta Sport Mediaset, infatti, Gaetano Castrovilli, avrebbe deciso di prolungare il proprio contratto con la Fiorentina. Il numero dieci viola allungherà il contratto per altre due stagioni con un’opzione su un ulteriore terzo anno.

Ma chi è Gaetano Castrovilli?

LEGGI ANCHE: Calciomercato, gli acquisti di gennaio pù costosi della Serie A

Chi è Gaetano Castrovilli?

Gaetano Castrovilli, classe ’97 nato in Puglia è un calciatore della Fiorentina, gioca nel ruolo di centrocampista e ha già svolto diverse presenze in Nazionale.

La sua storia è semplice, ma non per questo poco importante, anzi ha fatto di questa semplicità il suo cavallo di battaglia. Da bambino si era iscritto nella scuola calcio di Bari e al primo allenamento si presentò con addosso la maglia di Ronaldinho. Ogni giorno lo zio Nimbo lo portava ad allenarsi a 200 kilometri di distanza. La costanza e l’impegno sono suoi accompagnatori dai primi passi nel mondo calcistico. Castrovilli inizia una scalata che passa dalla Primavera del Bari, alla prima squadra di Roberto Stellone, il primo tecnico a lanciarlo, nella stagione 2015-2016, poco dopo aver firmato il suo primo contratto da professionista. La Fiorentina non perde tempo e mette subito le mani sul giovane, che prima lo prende in prestito per il Torneo di Viareggio e poi lo acquista dal Bari per 400mila euro.

Dalla danza al calcio

Nel piccolo paesino di Minervino Murge, cresce il piccolo Castrovilli e non si dedica sin da subito al calcio. La danza è la sua prima passione e solo all’età di 9 anni si avvicina al mondo del calcio. La danza però non lo ha mai abbandonato e infatti, ancora oggi continua a danzare sui campi da calcio con il pallone tra i piedi. Nonostante la sua giovane età riesce ad interpretare questo sport a modo suo, spazia nella zona di centrocampo con ruoli da centrocampista, mezzala e trequartista. I tifosi della viola hanno fiducia in lui e così anche Montella che lo paragona ad Antognoni. Un paragone scomodo e difficile per una piazza come quella della Fiorentina. Ha tutte le stigmati del campione e sembra riuscire bene a conciliare la vita privata e quella professionale. Non trascura la famiglia e passa il tempo libero con gli amici, tutte cose che i tifosi amano vedere in un loro calciatore e lo si nota dai suoi profili social (@elcastro10). La musica è sempre stata sua compagna e ora si trova all’inizio di una promettente carriera, ora si balla per davvero.

LEGGI ANCHE: Italia, Mancini resta: il futuro della Nazionale

La forza di rialzarsi sempre

Purtroppo Gaetano Castrovilli non è di ferro e quindi non è esente ad infortuni. Negli ultimi anni ha collezionato ben 10 infortuni, il più grave nella stagione 21/22 dove ha subito un infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fuori per ben 32 partite. Nonostante gli infortuni Gaetano si è sempre rialzato, anche quando pesava più del solito, come con la convocazione in Under 21 della Nazionale proprio per quel maledetto infortunio al ginocchi. Ma anche lì, l’allora ct della Nazionale Di Biagio, ha espresso solo parole di incoraggiamento e riconoscimento per il giocatore.

Ha tutti gli occhi e le attenzioni addosso, ora non ha altro che dimostrare di meritarsele.

Scritto da Alice Sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La storia delle paralimpiadi

Serie A, 25esima giornata: orari, partite, formazioni

Contentsads.com